Allestimento Ristoranti, Aprire Un Franchising, Aprire Un Locale, Aprire Un Pub, Come Aprire Un Ristorante, Apertura Ristorante, Aprire Una Pizzeria Da Asporto, Aprire Una Pizzeria, Arredamenti Per Ristorante, Arredamento Locale, Arredamento Per Locali, Arredamento Pizzeria Moderno, Arredamento Pizzeria, Arredamento Ristorante Moderno, Arredamento Ristorante, Arredi Per Pizzeria, Arredi Per Pizzerie, Arredo Bar Ristoranti, Arredo Pizzeria, Arredo Ristorante, Assofranchising, Attività Di Consulenza, Brand Identity, Business Plan Pizzeria, Business Plan Ristorante, Come Aprire Un Franchising, Come Avviare Un Franchising, Come Creare Un Franchising Di Successo, Come Creare Un Franchising, Come Investire I Propri Soldi, Come Investire Soldi Per Guadagnare, Come Investire Soldi, Come Si Crea Un Franchising, Consulente Business, Consulenza Food And Beverage, Consulenza Food, Consulenza Franchising, Consulenza Marketing, Consulenza Per Hotel, Consulenza HORECA, Consulenza Per Ristoranti, Consulenza Ristorazione, Consulenza Startup, Consulenza Sviluppo Franchising, Consulenza, Consulenze, Creazione Franchising, Fare Franchising, Formazione Consulenza, Franchising, Grafica Menu Ristorante, Grafica Menu, Immagine Pizzeria, Immagine Ristorante, Investire Soldi, Laurenzi Consulting, Loghi Ristoranti, Logo Per Pizzeria, Logo Per Ristorante, Logo Pizzeria, Logo Ristorante, Marketing Per Ristoranti, Marketing Ristorante, Marketing Ristorazione, Menu Grafica, Nuove Opportunità Di Business, Opportunità Business, Opportunità Di Business, Reting, Ristorante Logo, Ristorazione, Servizi Di Consulenza, Società Di Consulenza, Startup Franchising, Strategie Di Marketing Per Ristoranti, Strategie Marketing Ristoranti, Studio Di Consulenza, Visual Brand


Warning: foreach() argument must be of type array|object, null given in C:\Users\Administrator\WEB\WWW\consulenzalocali.it\components\com_itemrating\helpers\itemrating.php on line 1241

Quale Futuro Per La Pizza? Conviene Ancora Aprire Una Pizzeria?

aprire una pizzeria aprire un ristorante

Valutazione dei Nostri Articoli di Approfondimento

Valutazione dell'Attendibilità degli Articoli da Parte dei Lettori: 100% - 65 votes
5

I Nostri Clienti e i Nostri Lettori Valutano Molto Positivamente il Contributo Che Hanno Ricevuto Leggendo i Nostri Articoli, Pubblicati Su Primari Periodici del Settore Come il "Gambero Rosso". La Valutazione è Consentita solo ai Clienti di Consulenza Locali e ai Lettori Registrati e Verificati.

Ratings
(47)

 

Aprire un Ristorante, aprire una Pizzeria, è oggi relativamente semplice e quasi alla portata di tutti. Il problema è capire da subito cosa sia meglio aprire, dei due citati. E, questo, prima ancora di aver trovato quella cosa che farà distinguere il vostro Locale tra i mille della Concorrenza. Analizziamo la questione delle Pizzerie e della evoluzione della Pizza.

 

Tutti Aprono Pizzerie - è ancora vero?

Stiamo sperimentando ovunque un aprire pizzerie ad un ritmo notevole, quasi fosse una nuova corsa all’oro, quasi fosse un nuovo Fiume Yukon da cui attingere oro a piene mani. Nonostante i numeri non dicano questo la Pizza, forse insieme al Sushi, è ancora una delle scelte obbligate da considerare per chiunque voglia aprire un ristorante e intraprendere così una attività nel mondo della ristorazione.

Che mercato ha ancora, però, la Pizza così come la conosciamo da sempre?

Negli ultimi due anni circa c’è stata una rivoluzione di forme e di condimenti là dove maggiore era l’integralismo relativo alla Pizza, ovvero Napoli e la Campania in generale, con la nascita di pizze dal cornicione estremamente pronunciato e dall’ancora maggiore sofficità e morbidezza. Anche i condimenti sono andati un po’ dappertutto oltre le classiche Margherita e Marinara, facendo comparire sempre più spesso nei menù delle pizzerie campane parole chiave come “territorio” e “ricerca”. L’uso poi aggressivo dei social da parte dei giovani pizzaioli locali ha infine comportato una accelerazione del fenomeno, provocandone una diffusione a catena altrimenti impossibile.

 

La Pizza è Cambiata, soprattutto a Napoli e dintorni

La diffusione di questi stili non è stata poi altrettanto pervasiva nel resto d’Italia, dove comunque l’attenzione del pubblico relativamente alla Pizza non è così alta e non coinvolge sui social i pizzaioli nazionali così come avviene per i colleghi campani, per i quali il disco di impasto è motivo culturale e anche di rivalsa sociale, non ultimo per le affermazioni economiche che sta portando ad alcuni di essi. Il modello esportato da Napoli per le aperture dei pochissimi nomi che si avventurano al di là del Garigliano è però ancora quello classico dei loro locali storici, con relative variazioni sui condimenti.

La cosa che però accomuna quanto fin qui descritto è quella della “diversificazione” del prodotto come elemento per attirare clientela. È indubbio, infatti, che nei fenomeni di emersione dalla massa sia necessario proporre qualcosa di nuovo, così come lo è nel momento del “following” di una determinata scoperta di successo. In questo, quindi, abbiamo visto nascere qui e lì proposte di forme di pizza sempre più strane, variate nella rotondità, o nelle ripiegature, o più comunemente nell’ampiezza del disco o nella commistione di ingredienti anche, a volte, immiscibili tra di loro per senso logico e gastronomico. Di conseguenza, dopo la nascita della Pizza “gourmet”, ultima innovazione diffusasi a livello nazionale, abbiamo così assistito qui e là sul territorio alla nascita di pizze che ospitano ingredienti cotti separatamente in cucina, di lingue di pizza chiamate “pale”, di “racchette”, di fiori, di pizze dipinte e chi più ne ha, più ne metta.

 

Non più Pizzaioli ma Pizza Chef

L’ultima definizione attualmente in voga è quella di Pizza Chef, per rientrare nella quale il pizzaiolo si completa di competenze proprie della cucina al fine condire in maniera più professionale il disco di pasta che stende. Purtroppo, però, queste figure oggi si fermano troppo spesso solo alle foto da social con sac a poche e pinzette in mano, in pose degne di cappelli tri stellati. Pochi sono coloro che si applicano in studi di cucina e/o si affiancano a validi chef per tempi superiori a una esibizione o a una foto.

Da questo indubbio fermento, comunque, pare scorgersi un indirizzo diffuso piuttosto deciso verso la riscoperta della pizza ripiena, definita Calzone a Roma o anche Ripieno a Napoli, con una affermazione crescente della variante fritta, non solo come ritrovato street food, ma anche come pietanza da gustare al tavolo. La possibilità di giocare con le farciture si sta via via riscoprendo, aprendo quindi il tutto a nuove sperimentazioni.

 

E la Pizza a Taglio? E il Fritto?

Analogamente, anche aprire una pizzeria a taglio è una buona ipotesi, anche economica, visto poi che la stessa si sta riproponendola farcita, tagliata nel suo mezzo e completata con il condimento anche superficialmente, dando così impulsi inaspettati alla fantasia dei pizzaioli. Appaiono invece in calo gli impasti realizzati con farine alternative e, in genere, ciò che si rifà a principi salutistici, complici le inchieste giornalistiche che hanno di volta in volta smontato alcune apparenze e, in genere, lo sgonfiarsi della moda “salutistica” nelle sue estremizzazioni, come una insensata lotta al glutine e quella ancora più accanita al lievito di birra, come dimostrato da varie fonti scientifiche reperibili sul web.

Il rilancio del Fritto, inoltre, sembra assecondare comunque il trend mondiale che vede da sempre numeri più alti nel cibo non definibile “salutare”. In questo, però, la ricerca di un fritto sempre più asciutto e dal maggiore apporto gustativo pare essere solo agli inizi e promette sviluppi interessanti.

In conclusione, si può affermare che in ogni caso l’orientamento generale volga verso la riconduzione dell’impasto al suo ruolo primario di contenitore, di piatto millenario che ospita i pasti delle popolazioni di tutto il mondo a questa latitudine, dal Messico all’Estremo Oriente, ognuno ottenuto con la farina dei cereali locali, dandogli nuove forme a vantaggio della fruibilità e del gusto complessivo di ciò che solo il genio italico ha saputo trasformare da “piatto” a Pizza, nobilitandone l’essenza.

 

Marco Lungo

 

Bottone Vai Al Servizio

 

Marco Lungo Consulente Pizzerie Consulenza Ristorazione Recensioni 5 stelle Google

 

Le Recensioni Certificate Scritte dai Nostri Clienti

 

  • Staff eccezzionale,preparatissimi,disponibili a trovare le soluzioni e a proporti cose innovative ed uniche,altra cosa non secondaria il rapporto umano che ho avuto con Marco Lungo.
  • Un Team di Alto Livello Mi sono rivolto a Consulenza Locali per trovare una soluzione a dei problemi che avevamo in un ristorante di parenti che ha accumulato nel tempo una serie di problemi, acuiti poi tutti dalla crisi del covid. Ho fatto un po' di ricerche sul web, visto che loro non sono molto bravi ad usare il computer, e così ho trovato questa società di consulenza. Ho provato a chiamare e già dall'inizio, il fatto di poter parlare con qualcuno che sentivo ne capisse del settore, mi ha fatto prendere confidenza sul fatto che avessi trovato una soluzione e li ho messi in contatto continuando a seguire personalmente la cosa insieme a loro. La consulenza che gli hanno prestato è stata quindi volta a trovare una soluzione che non impattasse sulla storia del locale ma che, nel contempo, lo potesse rilanciare attenuando o eliminando del tutto i problemi che lo assillavano da tempo. Le proposte sono state decisamente innovative ed anche un po' scioccanti, da un certo punto di vista, però erano quelle giuste. Nel giro di due mesi i miei zii hanno visto un notevole miglioramento, sia dei conti, sia della tipologia di clientela, e tutto questo rivedendo principalmente cose come l'Immagine del ristorante, a partire da come scrivevano il menù alle lavagne in sala all'abbigliamento anche di chi ci lavorava, per passare alla Comunicazione social che avevano un po' trascurato, al posizionamento su TripAdvisor e l'offerta dei piatti sul menù che non attirava più nuovi clienti. Una esperienza positiva, che oggi è diventato difficile trovare in giro, con tanta improvvisazione e mancanza di esperienza specifica. Sicuramente, Consulenza Locali è una società che mi sento di raccomandare a chiunque si trovi nella situazione in cui si sono trovati i miei parenti.
  • Ho cercato questa società per dei clienti che volevano avventurarsi nel mondo della ristorazione e non volevano rischiare di perdere soldi ed opportunità. Hanno trovato un supporto altamente qualificato che li ha guidati e consigliati in ogni fase del loro progetto. Consulenza locali è un insieme di professionisti che lavorano nel settore da anni e che svolgono il loro lavoro con passione, ingegno e creatività!
Image

Contattaci ORA per un
CONSULTO INFORMATIVO
CON I NOSTRI ESPERTI

Se hai dubbi su come Aprire un Ristorante, come Creare una Catena di Franchising, Ideare o Rinnovare l'Immagine del tuo Locale di Ristorazione, contattaci con fiducia. Un nostro Consulto Informativo è gratuito ti aiuterà a dissolvere i tuoi dubbi ed esitazioni.